Ricoveri, interventi chirurgici, alta consulenza e terapie connesse
Salute » Sussidi Sanitari » Prestazioni ammesse a sussidio » Ricoveri, interventi chirurgici, alta consulenza e terapie connesse

Ricoveri, interventi chirugici, alta consulenza e terapie connesse

Fermo restando i principi generali che presiedono il presente regolamento, le prestazioni relative ai ricoveri, interventi chirurgici e connesse terapie straordinarie ed alta consulenza, nonché terapie  straordinarie non in degenza, sono ammesse a contributo su preventivo parere favorevole di un consulente sanitario di fiducia del CRAEM.
Sono ammesse a sussidio le seguenti prestazioni:
1) Ricoveri, interventi chirurgici e terapie straordinarie connesse in Italia ed all'estero riferiti a stati morbosi di notevole gravità o persistenza, per i quali occorre il ricorso ad operatori e strutture super specializzate e d'alta qualifica.
2) Alta consulenza visite specialistiche e consulenza (sia in Italia sia all'estero), nei soli casi in cui la consultazione di specialisti di chiara e notoria fama è riconosciuta indispensabile sulla base d'opportuna e completa documentazione da presentare all'ufficio in relazione alla gravità dello stato morboso o in vista degli interventi di cui al punto 1).
3) Ricoveri in appositi organismi nazionali (comunità, centri specializzati e simili) per terapie di recupero da tossico dipendenza ed alcolismo
4) Ricoveri, interventi chirurgici e terapie straordinarie connesse, riferiti a casi di particolare complessità e/o comprovata urgenza non praticabili dalla struttura pubblica, anche in regime di day-hospital, esclusi quindi, gli interventi di tipo ambulatoriale e quelli ai fini estetici che non abbiano carattere ricostruttivo.
5) Altre consulenze o visite specialistiche o strumentali nei casi in cui la consultazione di specialisti è riconosciuta indispensabile in relazione alla gravità dello stato morboso.
6) Visite specialistiche e/o strumentali mirate alla diagnosi precoce delle malattie oncologiche e genetiche.
7) Terapie non in degenza, quali emodialisi, terapie connesse con malattie oncologiche e morbo di Cooley, purché riconosciute indispensabili ma non praticabili dalle strutture pubbliche.
8) Interventi di diagnostica specialistica, purché autorizzati per urgenza e/o gravità dal SSN quali TAC, risonanza magnetica, mammografia, Doppler, Holter, ecografia, diagnostica endoscopica ed altre, purché prescritti in funzione delle consulenze mediche previste ai punti 2) e 5).

Per le predette prestazioni il sussidio liquidabile è determinato nella misura del 50% della spesa sostenuta per la prestazione effettuata con un massimale di € 12.500,00.

La documentazione che il socio deve presentare per il rimborso, oltre alla domanda di richiesta sussidi, sarà:
a) Relazione sanitaria rilasciata da uno specialista o da una struttura ospedaliera che specifichi la diagnosi e la necessità di ricoveri, interventi, terapie straordinarie ed alta consulenza da effettuarsi in Italia o all'estero;
b) Dichiarazione rilasciata dalla ASL di competenza che autorizza il richiedente ad usufruire dell'assistenza indiretta, documentazione attestante l'avvenuta presentazione all'ASL della richiesta per usufruire dell'assistenza indiretta;
c) Consuntivo di spesa del presidio sanitario prescelto per la terapia, l'intervento o la consulenza.

CONTATTI
SEDE CARACCIOLO
Orari sportelli:
dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00
T. 02/7720.4384
 e-mail  info@craem.it
NEWSLETTER CRAEM Informa

Per restare sempre aggiornato sugli ultimi eventi e
iniziative iscriviti alla nostra newsletter

(*) Campo Obbligatorio
SOCIAL

mercoledì 22 novembre 2017

Top