Protesi varie
Salute » Sussidi Sanitari » Prestazioni ammesse a sussidio » Protesi varie e apparecchi per invalidi civili

Protesi varie e apparecchi per invalidi civili 

Sono riconosciuti i presidi ortopedici e le altre protesi inserite nell'apposito decreto del Ministero della Sanità del 28/2/1992 (gazzetta Ufficiale 14/1/1993 supplemento ordinario n.9 e successive integrazioni e modificazioni).
Sono pertanto ammessi a sussidio:
1. Presidi ortopedici ed altre protesi nei casi in cui l'applicazione ha scopo funzionale, derivante da stati morbosi o cronici certificati dal medico specialista, oppure è indispensabile per la riabilitazione postoperatoria.
2. Apparecchi acustici, negli accertati casi in cui la loro adozione si renda necessaria dal punto di vista funzionale.
3. Apparecchi utilizzabili da non vedenti e modifiche su automezzi per invalidi civili.
L'importo del sussidio è calcolato sulla spesa effettivamente sostenuta ed è pari al 50% della stessa. Il rimborso dei presidi previsti ai punti 2 e 3 è non è ripetibile prima di 3 anni.

La documentazione che il socio deve presentare per il rimborso, oltre alla domanda di richiesta sussidi, sarà:

a) Dichiarazione del medico specialista dello stato morboso o cronico per l'uso dei vari presidi ortopedici.
b) Certificazione dello stato di invalidità (solo per gli invalidi civili).
c) Dichiarazione ASL che il presidio ortopedico non è mutuabile.

CONTATTI
SEDE CARACCIOLO
Orari sportelli:
dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00
T. 02/7720.4384
 e-mail  info@craem.it
NEWSLETTER CRAEM Informa

Per restare sempre aggiornato sugli ultimi eventi e
iniziative iscriviti alla nostra newsletter

(*) Campo Obbligatorio
SOCIAL

domenica 19 novembre 2017

Top