Gruppi CRAEM » ciclorunning/ » index.html

CicloRunning

Una sezione con la forza di due!

La storia del Gruppo CicloRunning (Cicloturistica e Running) CRAEM Milano è abbastanza recente ma la passione degli atleti che la compongono è di più lunga durata.
Tanti gli appuntamenti organizzati durante l'anno e di diverso livello di difficoltà ma alla base c'è il sentimento comune di condividere due sport che permettono di allenare il corpo in contesti che fanno bene anche al cuore e alla mente. Scarica il programma 2016.
In più, questo gruppo vede la partecipazione della Cicloturistica Valtellina (nata nel 2013) sempre nell'ottica di coinvolgere tutti i Soci, anche quelli "territorialmente" lontani da Milano.
Coordinatore CicloRunning Milano: Paola Frasca (paola.frasca@a2a.eu).
Coordinatore Cicloturistica Valtellina: Ugo Della Patrona (ugo.dellapatrona@a2a.eu)

Iscriviti anche tu al gruppo CicloRunning! Scarica il modulo d'iscrizione, compilalo con i tuoi dati e invialo via e-mail a sportcraem@gmail.com.

 

 

Tutti gli appuntamenti da non perdere

Clicca sul nome dell'evento per scoprire di più.

DataEventoLuogo
13/03/2016 Brescia Art Marathon - in collaborazione con CRASM Brescia Brescia
20/03/2016 Stramilano - Iniziativa con Contributo CRAEM
Milano - Scarica il notiziario CRAEM
20/05/2016 Run 5.30 Milano
07/10/2016 Milano Loves You Run Milano
09/10/2016 Deejay Ten Milano

 

 


 

 

Perchè le emozioni vissute vanno condivise

 

Leggi i racconti e vivi le emozioni degli atleti della Sezione Running CRAEM Milano.

11/10/2015 - DEEJAY TEN

craem_deejayten2016Sono stati migliaia gli atleti che hanno corso come un Deejay a Milano, colorando di giallo le vie del centro città, sotto un cielo luminoso e con temperature quasi estive. Percorso rinnovato e abbastanza veloce nonostante la numerosa partecipazione. Le fatiche della corsa sono state ricompensate dal ristoro finale e dall’ambita medaglia. Con questa corsa cittadina, si è conclusa la stagione Running 2015 della Sezione. Ci auguriamo di correre con voi anche il prossimo annoJ!
Saluti e auguri sportivi!

12/04/2015 - MILANOCITYMARATHON 2015

craem_milanocitymarathon2015Domenica scorsa la Forza è rimasta con noi nonostante il primo “grande” caldo di stagione!!
Elogio ai finisher della Milanocitymarathon, che oltre alla fatica dei 42km corsi a piedi, si sono dovuti sobbarcare temperature quasi estive.

 

 

 

29/03/2015 - FIUMI DI PODISTI PER LA STRAMILANO 2015

CRAEM_STRAMILANO2015PIXEccoci bellissimi alla corsa più partecipata di Milano, vestiti di EXPO da capo a piedi.

Il quartiere della moda è un'esplosione di grattacieli che pare una mini New York (no...non sono mai stata a New York n.d.r.!) e City Life è la conferma che la capitale del Design è proprio qui.
Come ho fatto a notare tutto questo? Semplice...ho impiegato 2 ore e 12 minuti per finire la corsa...il peggior tempo di tutti i tempi ;-)...e che soddisfazione concludere la gara sulla pista d'atletica all'Arena :-).

Tenetevi pronti perché...dopo la Maratona di Milano avremo l'occasione di correre insieme alla Run 5.30 del 22/05/2015.
Buone corse a tutti!

PAOLA

 

 

29 GIUGNO 2014 - IRONMAN KLAGENFURT (Austria)

craem_ironman2014Il mio primo Ironman: parole ed emozioni di Marco e Simona.
Eccoci, sembrava lontanissimo eppure è arrivato, è già passato un anno da quando mi sono iscritto al mio primo Ironman. Ormai quello che è fatto è fatto , allenamenti, sensazioni , preparazione bike , viaggiano con me e Simona sul camper che ci sta portando a Klagenfurt.  All’arrivo ci sistemiamo nel bellissimo e funzionale campeggio in riva al lago  a cento metri da dove partirà la frazione nuoto. Ad aspettarci c’è il nostro compagno mio omonimo e quasi coetaneo Marco Pappadà già in posto da un paio di giorni. L’aria che si respira è quella dei grandi eventi e l’organizzazione è degna di una tappa del tour de France se non migliore.
Ritiro il pettorale e Simona nota un intreccio misterioso tra numero di gara ,numero di piazzola e date di nascita , aggiungendo poi che il giorno della gara sarà il nostro anniversario di matrimonio ,questo primo ironman si carica di significati che vanno oltre la gara.Nel campeggio si aggirano personaggi del calibro di Faris Al-Sultan e tanti altri campioni alle prese con i preparativi, vengono allestite delle vere officine per le ultime riparazioni volanti. In un lampo arriva la sera prima della gara che ricorda un po’ tutte le notti prima di esami importanti. Subito dopo cena inizia  il coprifuoco, già alle 21 circa spariscono tutti e anche la band che di solito fa musica dal vivo decide di essere caritatevole e rimane in silenzio.Alle 4 di mattina inizia il concerto delle sveglie che sono state puntate più che altro per precauzione, penso che a parte Faris Al-Sultan e pochi altri veterani  ben pochi abbiano dormito veramente e in modo profondo.
Da adesso, come degli automi ci lanciamo in   una serie di operazioni che ci portano alla partenza in un attimo, io e Marco ci infiliamo la muta già in campeggio e attraversiamo la strada per raggiungere la spiaggia da dove partiremo alle 7 in punto. Qui anche se tutti fanno finta di niente La tensione che si percepisce è alle stelle, alle 6,45 partono i pro e dopo 15 minuti il colpo di cannone e finalmente partiamo tutti.
Sembriamo migliaia di spermatozoi impazziti che devono raggiungere la loro meta , in questo caso la meta è rappresentata dall’imboccatura di un canale larga 10 metri, poi altri 1000 metri risalendo il canale in mezzo ad ali di folla prima di finire la frazione. Di botte se ne prendono ma meno di quello che pensavo, ho visto però gente nuotare solo a rana ed alcuni addirittura a dorso. Io nonostante i timori iniziali riesco a nuotare rilassato al mio passo, sempre in scia di qualcuno e quando imbocco il canale riesco addirittura ad aumentare leggermente l’andatura , mi aspettavo di trovare   la famosa corrente del canale  che ti spinge senza fare fatica ma non  l’ho trovata, niente sconti. Esco dall’acqua in buone condizioni,  circa 1950 esimo su quasi 3000 nuotatori, come avevo previsto 20’ circa dopo Marco Pappadà. Sembra impossibile ma dietro di me ci sono ancora un migliaio di persone. Il percorso per arrivare all’area cambio è molto lungo, con la coda dell’occhio vedo Simona in mezzo alla folla che mi carica parecchio, nel tendone  litigo con il top che non vuole infilarsi sul corpo bagnato e mi fa perdere parecchio tempo.
Finalmente inizia la frazione bike e qui mi sento a casa, mi impongo di non strafare , specialmente appena partito. Riesco anche a guardarmi un po’ in giro, il posto è molto bello come le strade che sono anche molto curate. Inizio un sorpasso continuo che durerà per tutti i 180 km della frazione, leggendo i pettorali mi rendo conto di quante nazionalità diverse ci siano oggi in gara, circa una sessantina, alcuni arrivano addirittura dal Giappone e dalla Malesia per non parlare di australiani, canadesi, russi, israeliani ecc.
Inizio subito a mangiare e lo farò ogni 20’-30’ circa per tutta la gara, nei punti di ristoro si trova veramente di tutto, barrette, gel, Sali , frutta e le persone sono sveglie e pronte nel passarti tutto, basta buttare prima la tua borraccia vuota e prendere quella piena. Le salite vere sono poche e corte anche se in alcuni tratti abbastanza dure e poi una serie infinita di falsipiani, oggi ci si mette anche il vento e qualche temporale che fanno rallentare un pochino l’andatura. I giudici in moto sul percorso sono veramente tanti ma vedo ugualmente dei gruppettini viaggiare un po’ troppo attaccati. Arrivo al giro di boa dove c’è un tifo veramente da stadio, vedo ancora Simona che mi incoraggia e ne ho bisogno perché mi aspettano ancora 90 km con l’aggravante della pioggia. Il tempo comunque scorre fluido e anche questa frazione finisce, sarò circa 850 esimo nella bici, recuperato circa 1100 posizioni rispetto al nuoto. Dopo una corsa interminabile spingendo la bici in area cambio mi ritrovo ancora sotto il  tendone, prendo la mia bella sacca rossa , mi infilo le scarpe e parto per l’ultimo sforzo , quarantaduemilacentonovantacinque metri! Roba da niente….
Dopo i primi 5/6 km capisco subito che difficilmente riuscirò a tenere il passo che mi ero prefissato. Le tabelle di comparazione tra maratona a secco/ironman forse valgono per chi ha già fatto altri ironman ed è più allenato per i combinati di una certa lunghezza.
Inoltre dopo la mezza mi viene un dolore al ginocchio che mi costringe a ridurre ancora di più la velocità.  Continuo a mangiare e bere coca cola a  ogni punto di ristoro , a un certo punto lo stomaco non ne può più dei gel e riesco a mangiare solo banane e frutta varia. Per fortuna che c’è sempre Simona che mi sostiene. A 5 km dall’arrivo intravedo  all’orizzonte  la schiena di Marco, cerco di aumentare il passo, non tanto per superarlo ma perché  sarebbe bellissimo tagliare il traguardo insieme dopo 11 ore di gara. Il ginocchio destro però non è d’accordo e mi fa capire che se voglio arrivare senza dover camminare devo fare come dice lui quindi mi tocca rallentare di nuovo, pazienza. A un certo punto è arrivato il cartello dell’ultimo km che a me è sembrato non finisse mai, nell’entrare nel viale delle tribune all’arrivo sono stato assalito da una valanga di emozioni incredibili, mi ha ricordato la Parigi – Rubaix quando i corridori finalmente entrano nel velodromo prima di tagliare il traguardo.
E’ fatta!!! Obiettivo raggiunto, finirlo in modo dignitoso senza camminare. Qui tutti quelli che arrivano vengono trattati come se fossero dei protagonisti, mi si avvicina uno che mi dice la mitica frase “ Marco, you are an Ironman” e lo dice così bene che sembra impossibile che lo abbia già detto ad altri  1100 triatleti prima di me.
Pensavo di arrivare strisciando,  invece non sto malissimo, forse a causa del ginocchio che mi ha fatto rallentare, ho ancora abbastanza energie per correre al bancone delle birre dove mi scolo una media chiara che mi  rimette in vita. Una ragazza mi mette addosso una coperta termica e poco più il la intravedo Marco Pappadà avvolto anche lui da una coperta, è arrivato da 5 minuti ma stenta a riprendersi. Sembriamo due profughi Siriani ma con la medaglia di finisher al collo. Poi vedo Simona e l’emozione tocca livelli altissimi, dedico a lei questa giornata di fatica e soddisfazioni. Molti triatleti al primo ironman dopo l’arrivo maledicono il triathlon e dicono che non lo rifarebbero più per nessun motivo al mondo, io anche se molto stanco non l’ho mai pensato. Addirittura a un certo punto ho avuto una visione mistica, mi è apparsa una piccola sirena seduta su uno scoglio, chissà cosa volesse significare.
Il Pappadà invece sembra una di quelle donne che dopo un parto doloroso maledicono tutti quelli che stanno intorno. Io so comunque che il virus ha contagiato anche lui, è solo una questione di tempo per metabolizzare.
Al rientro in campeggio possiamo finalmente goderci il meritato e bellissimo dopo gara, Simona mi dice una cosa che ogni triatleta con famiglia vorrebbe sentirsi dire “… è stata un’esperienza bellissima , dai !.. iscrivetevi ancora il prossimo anno !!..” che dire? Cerco subito un notaio nel campeggio per redigere un atto ma mi devo accontentare della testimonianza di Marco e di sua moglie Grazia.Il giorno dopo Klagenfurt è invasa da un esercito di Walking Dead che si trascinano, alcuni zoppicando , altri con i piedi incerottati, la cerimonia di chiusura è la ciliegina che mancava per rendere questa esperienza indimenticabile, bello vedere il primo arrivato premiare  l’ultimo,  arrivato dopo 17 ore con il buio pesto sotto un diluvio torrenziale. lasciamo Klagenfurt con la consapevolezza che ci torneremo di sicuro, adesso è ora di pensare a nuove mete e a nuove sfide.

23 MAGGIO 2014 - 5:30 RUM MILANO - Giardini Indro Montanelli

craem530_2014La parola ad Andrea, matricola della 5:30 RUN.
La mia prima 5:30 RUN e sicuramente non l’ ultima:
.. è stato bello vedere molti camminarunner raggiungere la zona di partenza in bicicletta..
..è stato ancora più bello vedere in corso Buenos Aires alcuni runners raggiungerla correndo nel silenzio di una città ancora dormiente sotto una coperta fatta di cielo scuro e nuvole ormai scariche di pioggia..
..è stato bello correre i 5,5 km in una città silenziosa, incontrare vecchi amici e farne di nuovi..
.. è stato bello assaporare le buonissime ciliegie del ristoro finale..Un saluto a tutti in attesa di rivivere un'altra alba correndo.

23 MARZO 2014 - STRAMILANO 2014 - Milano

craem_stramilano2014Complimenti ai podisti che hanno corso sulle distanze di 5, 10 e 21km la 43° edizione della Stramilano. Complimenti a chi è riuscito a raggiungere l’arrivo…a chi ha conseguito il personal best…a chi ha corso con la famiglia…a chi ha corso con gli amici…e a chi ha dovuto mettersi in coda per tagliare il traguardo all’arena;-)!!
Ciascuno di noi ha contribuito a colorare e vivacizzare una domenica mattina insolita per i cittadini milanesi, che loro malgrado si sono lasciati travolgere da migliaia di podisti in festa di tutte le età.

8 FEBBRAIO 2014 - MONZA CHALLENGE - Parco di Monza

craem_running_monzachallenge3..2..1...PARTITI!
Mossi i primi passi della Sezione Running al Challenge di Monza Invernale.
Bella mattinata in buona compagnia, all'insegna della condivisione, dello sport, all'aria aperta...e di un'apprezzatisima torta finale ristoratrice!
Grazie a tutti i partecipanti!

Hai preso la bicicletta e adesso pedala..con noi!


Ricordiamo a tutti i Soci che per iscriversi a ogni appuntamento è necessario inviare un'e-mail a paola.frasca@a2a.eu.

DataEventoLuogo
03/04/2016 Granfondo Sant'Angelo Lodigiano Sant'Angelo Lodigiano
15/05/2016 Granfondo Felice Gimondi Bergamo
22/05/2016 Nove Colli Cesenatico - Weekend Speciale Albergo CRAEM di Bellaria
05/06/2016 Granfondo Stelvio Santini Bormio - Weekend Spaciale Albergo CRAEM di Bormio
10/07/2016 Mapey Bormio

Perchè le esperienze vissute vanno condivise

Leggi i racconti e vivi le emozioni degli atleti della Cicloturistica CRAEM Milano.

10/05/2015 - GRANFONDO GIMONDI

craem_gf_gimondiNon si poteva chiedere di più alla GF Gimondi. Organizzazione perfetta, percorso impegnativo ma spettacolare, giornata splendida con un sole che ci ha accompagnati per tutta la gara, ristori ben forniti e soprattutto un Team simpatico e competitivo che si è diramato sulle salite che il territorio di Bergamo ci ha messo a disposizione. Scarica la classifica dei Soci CRAEM.
Due i ciclisti che hanno osato avventurarsi sul percorso da 160km…Novalli Raoul e Villa Luca. Lucchini Ermanno, Falchi Giuliano, Visaggi Michele e Mombelli Fabio hanno deviato saggiamente sul corto, mentre Moro Bruno e Villa Giorgio con l’inseparabile amico Rubin Loriano, hanno pedalato un buon Medio. Una nota di merito spetta alle 4 unità (non si fanno ne nomi ne cognomi ;-) !!!) che hanno chiuso la manifestazione accompagnati dal servizio scopa/ambulanza, che non ha smesso nemmeno un secondo di spronare a terminare la gara perché non ne potevano più.
Grazie a tutti i partecipanti e arrivederci alla Gran Fondo dell’Oltrepo Pavese del 07/06/2015!

 

12/04/2015 - GRANFONDO COPPA PIACENTINA

craem_grperini2015La Granfondo Perini che ha visto un Loriano Rubin in splendida forma, accompagnato da un Personal Trainer nonché ciclista di tutto rispetto come Giorgio Villa. Un saluto a tutti i partecipanti alla GF La Via del Sale, che oltre ad aver dato il Massimo in gara, si sono potuti godere un bel weekend al mare.

 

13 LUGLIO 2014 - MAPEY DAY

craem_mapeyday“Non esistono avverse condizioni meteo…esistono solo uomini arrendevoli”…e Paolo Cattaneo, Carlo Sant’Elia e Vincenzo Ferrara non si sono arresi di fronte alle pessime condizioni meteo previste in Valtellina la domenica del 13/07/2014.
Sono partiti a cavallo dei loro bolidi da Bormio ed hanno raggiunto il passo dello Stelvio sfidando se stessi.
Ecco la prova che sono arrivati in cima!

 

18 MAGGIO 2014 - NOVECOLLI
 

craem_9colli2014 Giovanni Strecapede commenta così la sua Novecolli:  “Anche quest’anno ho terminato la mitica Novecolli. Ho fatto il percorso medio (135 Km) e nonostante abbia partecipato ad altre edizioni, è sempre un’emozione schierarsi in griglia insieme ad altri 12.000 compagni di avventura e partire verso le colline.

E’ incredibile come per tutto il percorso sei sempre insieme a tantissima gente che pedala con te. Eccomi sotto il monumento del “Pirata” Pantani sul viale dell’arrivo della manifestazione.”
Tre campioni, per un totale di 5 ori olimpici, hanno partecipato alla nella 44° granfondo ciclistica Nove Colli: Yuri Chechi, Antonio Rossi e Pietro Piller Cottrer. Chechi, 'Il signore degli anelli', è ormai un veterano della Nove Colli, visto che ha già preso parte a 3 edizioni. Il canoista Rossi ha già alle spalle una partecipazione alla granfondo di Cesenatico. Infine, Piller Cottrer, oro a Giochi invernali di Torino 2006, nello sci da fondo, quest'anno è alla prima partecipazione.
fonte: ansa.it

  

11 MAGGIO 2014 - POIANA DELLA BRIANZA, MONZA (MB)


craem_poiana2014Bello il giro della Poiana organizzato dal grande Carmine Vicinanza detto “Il Vici”.
60 i km pedalati insieme tra le salite e discese dei colli brianzoli.
La fresca mattinata di sole ci ha permesso di esprimerci al massimo nella Cronoscalata della Poiana, vinta dal velocissimo Vincenzo Ferrara che si è aggiudicato il Primo Premio Assoluto..bravissimo!
Premiato anche il meno veloce ma imbattibile in simpatia..il mitico Roberto Castellini!

 


 

30 MARZO 2014 - MILANO/LECCO

craem_milc2014Andrea Ferraretto, capogruppo di questa fantastica uscita ci racconta come è andata: "Domenica 30 marzo il deciso e valoroso gruppo formato da Antonella, Riccardo e il sottoscritto è partito dalla periferia di Milano alle ore 08.00 per raggiungere Lecco, meta della pedalata. E’ stato una gita molto bella in cui abbiamo pedalato i 75 km sopra asfalto, terra battuta e sassi immersi in una natura accogliente, dai colori primaverili e a tratti un po’ selvaggia come solo il lungo Adda può regalare. Arrivo a Lecco intorno alle 15.00 e quindi gratificante gelato in riva al lago. Complimenti ai partecipanti: Riccardo ciclista con varie esperienze turistiche europee e a Antonella che, nonostante il poco allenamento, con molto tenacia ed entusiasmo è arrivata brillantemente a destinazione. Con questa gita ho avuto l’ennesima conferma che guardare il mondo da una bicicletta lo rende più bello e interessante ma soprattutto condividere questa esperienza con dei compagni di viaggio arricchisce di più il viaggio stesso e la propria anima."

La pace non è assenza di guerra, la pace è la presenza di armonia, amore, soddisfazione e unità. La pace è un effluvio d’amore nella famiglia mondiale.
Sri Chinmoy - da “A Heart of Peace”  

 

 

16 MARZO 2014 - LA GATTA E LA GATTINA

craem_gattaegattina2014Roberto Castellini, è lui il capogruppo della prima uscita del 2014 che ricorda con queste parole la giornata trascorsa insieme:
"Buona la riuscita del primo appuntamento ciclistico della sezione! Circa 80 i km pedalati tra chiacchiere, consigli tecnici e sudore nel pianeggiante Parco Agricolo zona Ovest di Milano.
Un ringraziamento all'accogliente famiglia Del Freo che ci ha ristorati con un'eccellente torta all'ananas.

 

 

 

Perchè le esperienze vissute vanno condivise

Leggi i racconti e vivi le emozioni degli atleti della Cicloturistica CRAEM Milano sezione territoriale Valtellina.

craemciclovaltGran Fondo Stelvio Santini - 2 Giugno 2014
di Ugo Della Patrona


Quest’anno lo Stelvio ci ha regalato uno scenario d’altri tempi e guardando la foto verrebbe da esclamare “UN UOMO SOLO AL COMANDO ……”.
In realtà, ero sì “solo”, in quanto unico partecipante della cicloturistica Valtellina, ma al comando, c’era qualcun altro.
Giornata splendida condivisa con circa 1300 corridori che si sono sfidati su tre differenti percorsi (60,137,151 Km), con partenza da Bormio e arrivo al Passo dello Stelvio.
La Gran Fondo Stelvio Santini, è nata solo tre anni fa sull'onda di una memorabile tappa del Giro d'Italia del 2012 con arrivo proprio al Passo, ma in pochi anni, ha già conquistato tutti e lo dimostra il numero degli iscritti che in tre edizioni si è triplicato.
L’appuntamento è per il prossimo anno, con la speranza di poter condividere l’esperienza anche con gli amici della sezione di Milano che colgo l’occasione per salutare.

 

CONTATTI
SEDE CARACCIOLO
Orari sportelli:
dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00
T. 02/7720.4384
 e-mail  info@craem.it
NEWSLETTER CRAEM Informa

Per restare sempre aggiornato sugli ultimi eventi e
iniziative iscriviti alla nostra newsletter

(*) Campo Obbligatorio
SOCIAL

mercoledì 22 novembre 2017

Top