Page 3 - Bilancio Sociale
P. 3

Bilancio   Sociale   Craem              3














            Cari soci,
            il 2016 segna l’inizio di una nuova fase per il CRAEM.
            Con la fi rma dell’accordo sulle armonizzazioni tra OOSS e A2A si è aperta una nuova fase per il
            nostro Circolo.
            Dal 1° gennaio 2018 i dipendenti delle centrali acquisite da A2A, e ancora legati al mondo FISDE,
            diverranno soci effettivi CRAEM. Questa sfi da, che comporterà la capacità di fornire servizi a
            soci presenti su tutto il territorio nazionale (dalla Sicilia al Friuli), determinerà dei cambiamenti
            notevoli sia a livello organizzativo che operativo.
            Il fulcro di tutto il progetto sarà rappresentato dalla completa gestione dei servizi del CRAEM
            (prenotazioni, invio documenti, richieste biglietti, beni e servizi etc.) via web. Si tratta di un
            investimento  oneroso,  sia  in  termini  di  impegno  sia  economicamente,  che  il  CRAEM  deve
            obbligatoriamente sostenere durante l’anno in corso, sforzo che deve essere opportunatamente       Lettera ai Soci
            valutato anche da A2A. Il progetto dovrà prevedere un termine operativo per l’ottobre 2017 così
            da permettere all’uffi cio di essere immediatamente operativo dal 1° gennaio 2018.
            Altro punto essenziale dell’accordo sulle armonizzazioni è la possibilità per i lavoratori a contratto
            Gas e Commercio di iscriversi al sistema dei Sussidi Sanitari. Un traguardo importante, raggiunto
            dopo anni di tentativi.
            Infi ne,  ma  non  ultimo  per  importanza,  l’accordo  esplicita  uno  scenario  comune  per  i  Circoli
            del Gruppo A2A: l’obiettivo di dare a tutti i lavoratori del Gruppo gli stessi servizi e le stesse
            opportunità in materia di welfare e di attività ricreative, salvaguardando le specifi cità territoriali,
            è oggi più vicino.

            Come arriva il CRAEM a questi appuntamenti? Possiamo dire tranquillamente in buona salute.
            Il dato per noi più signifi cativo è la percentuale di utilizzo dei servizi del Circolo da parte dei soci
            che anche nel 2016 si è attestata oltre l’84%. Partiamo quindi da un dato largamente positivo e
            caliamolo nella realtà del CRAEM.
            Nel 2016 abbiamo lavorato sulla strada dell’ottimizzazione delle risorse a nostra disposizione,
            mantenendo ferme le compatibilità di bilancio.
            Il bilancio consuntivo per la parte istituzionale presenta un sostanziale pareggio, per la parte
            commerciale un passivo di € 176.000 (di cui oltre € 100.000 di ammortamenti dati dagli investimenti
            fatti in questi anni) e per la parte dei Sussidi Sanitari un piccolo segno positivo di € 25.000.
            I capitoli di spesa 2016 hanno confermato quelli degli ultimi due anni: attenzione al welfare come
            voce principale, riduzione delle spese di gestione (pur mantenendo sostanzialmente invariato il
            numero delle iniziative ricreative), investimenti per la manutenzione degli alberghi e per il sistema
            informatico del Circolo.
            Alla luce di quanto sopra specifi cato, per il 2017 non sono previste particolari novità.

            Nel  2016  il  bilancio  dei  Sussidi  Sanitari  si  è  chiuso  con  un  piccolo  avanzo  positivo.  Questo
            rappresenta  il  presupposto  per  apportare  quei  cambiamenti  necessari  al  regolamento  che
            l’estensione della platea dei soci dal prossimo anno ci obbliga a fare. In questo senso anche il
            contratto con Insieme Salute andrà aggiornato. Nello specifi co il numero dei soci che ha utilizzato
            i Sussidi Sanitari e delle loro relative pratiche è rimasto costante, così come quello degli iscritti
            a Insieme Salute.


            Il 2016 si è chiuso per il settore del turismo in modo positivo. I soci che hanno utilizzato le nostre
            strutture sono rimasti numericamente costanti. Segnaliamo con piacere che la percentuale che
            riguarda i soci convenzionati (proveniente da altri circoli) è in continua crescita. Anche quest’anno
            nelle  nostre  strutture  abbiamo  realizzato  investimenti  per  la  manutenzione  e  le  migliorie
            necessarie. A Bormio è stato fondamentale l’intervento di A2A per la sostituzione delle caldaie.
            Rimangono aperte ancora alcune problematiche legate al tetto che contiamo saranno risolte nel
            corso dell’anno. A Bellaria inoltre, dovremo destinare diversi investimenti per ammodernare i
            locali tecnici. Altro dato caratterizzante per la stagione dei nostri alberghi è quello delle nuove
            gestioni di Diano Marina e Bellaria. Nuove gestioni signifi ca nuove idee, nuove proposte che
            siamo certi faranno tesoro di ciò che di buono è stato costruito negli anni.
   1   2   3   4   5   6   7   8